10 app essenziali per uno smartphone davvero utile

Condividi su Facebook [0]

Le app stanno vincendo tutto: la nostra vita online si sta trasferendo sempre più dal computer allo smartphone e all’interno del mondo mobile passiamo gran parte del tempo dentro le app.
È un dato di fatto: l’ultimo studio di ComScore per gli Stati Uniti indica che il 90% del tempo passato online da mobile è speso dentro le app ma soprattutto che questo tempo è diviso per l’80% tra sole tre app (Facebook, YouTube, Facebook Messenger).

Anche per l’Italia la tendenza è simile e lo confermano anche gli ultimi dati Audiweb, quelli relativi alla “Total digital audience in Italia – Agosto 2015” che, come mostra la slide numero 8 nel file sottostante, mettono in luce che l’84,4% del tempo speso online da mobile viene speso all’interno delle app.

La total digital audience in Italia – Agosto 2015 from Audiweb

L’analisi di ComScore è approfondita e dettagliata ma oggi vogliamo concentrarci su un aspetto che questi dati mettono in evidenza: il segreto di una app che non ci sogneremmo mai di cancellare dal nostro smartphone è semplice, deve essere utile e risolverci in fretta una necessità.

Se poi l’app è anche facile da usare, quindi progettata bene per noi che la useremo ogni giorno o in momenti cruciali, allora stiamo parlando davvero di app dalle quali non ci separeremmo mai.

Oggi abbiamo compilato una lista di app che secondo noi aiutano a lavorare ma anche a vivere meglio, lasciando per un momento da parte quelle relative ai social e alla gestione delle email.

Google Keep

Prendere appunti, dettarli quando non si hanno le mani libere, compilare liste, per lavoro o anche solo quella della spesa. Google Keep è facilissimo da usare e nella sua semplicità ha tutto quel che serve: ogni appunto ha un titolo e un corpo, può essere etichettato a piacere, colorato per distinguerlo dagli altri e condiviso con altre persone. Keep mette a disposizione anche i reminder – basta impostare l’ora desiderata – e anche la geolocalizzazione.

Una marcia in più
La sincronizzazione su più device: basta aprire keep.google.com sul computer per gestire le note anche da lì.

Waze

Una app che funziona magnificamente e che per molti ha contribuito al pensionamento del classico navigatore. Non solo Waze è facile da usare ma ha una comunità di utenti che inviano segnalazioni utili come picchi di traffico, incidenti, pericoli e anche la presenza della polizia.

Una marcia in più
Utilissimo è anche il servizio di sincronizzazione con Google Calendar: all’interno di un appuntamento basta aggiungere il luogo per ritrovarlo nella lista delle destinazioni di Waze, così basterà cliccare sull’evento per far partire il navigatore ed evitare di inserire a mano tutto l’indirizzo.

Dropbox

Davvero mai senza: una app salvavita per ritrovare i file utili nelle proprie cartelle o in quelle condivise – documenti, foto, qualsiasi altro file – e usarli come si desidera, per esempio condividerli, modificarli, salvarli sul proprio telefono.

Una marcia in più
La funzione di salvataggio automatico delle foto scattate con lo smartphone, un modo per non perderle in caso di smarrimento o cancellazione delle foto sul telefono.

Dashlane – Password manager

Una app per gestire e non dimenticare le password per i tanti account che abbiamo a per evitare di usare sempre la stessa password ovunque, abitudine pericolosa. Dashlane è un password manager che permette di utilizzare password diverse per ogni account disponibile, generarle automaticamente e anche sincronizzarle tra computer e smarphone se si passa al piano a pagamento .

Una marcia in più
Dashlane, volendo, memorizza anche i dati della carta di credito per utilizzarla come metodo di pagamento e conserva le ricevute degli acquisti fatti online.

App per gestire i conti bancari

Ci siamo abituati a gestire i nostri conti bancari dal computer e lo facciamo sempre di più anche da smartphone, sia per controllare il conto ma anche per fare le operazioni desiderate: per fortuna sono sempre di più le banche che dedicano risorse allo studio di app che rendano facile la vita quando è ora, per esempio, di fare un bonifico senza doversi fermare a uno sportello né dover accendere il computer.

Una marcia in più
Verificare l’esistenza di una app della propria banca e provare a usarla può davvero cambiare il modo in cui ci rapportiamo al conto bancario, e se l’app risulta difficile da usare è una buona idea segnalarlo all’istituto che ce la offre come servizio.

Snapseed

Questa app è un filo più tecnica ma può essere molto utile per correggere le proprie foto prima di pubblicarle sui social o altrove. Un editor di foto ben fatto e ricco di strumenti per regolare e modificare manualmente le foto e di filtri per ottenere effetti diversi.

Una marcia in più
Oltre a essere una app potente, Snapseed ha una interfaccia ben studiata che la rende facilissima da usare: basta spostare il dito sulla foto in verticale per selezionare lo strumento desiderato e in orizzontale per regolarne l’intensità

Pocket

Per chi è abituato a leggere moltissimo sul web e ha bisogno di un posto sicuro in cui catalogare i link da mettere via per poi leggerli al momento opportuno. Pocket è una app semplicissima da usare: basta copiare il link desiderato dal browser per poi confermare il salvataggio dentro Pocket. Con un sistema di etichette è altrettanto facile catalogare i link a piacimento.

Una marcia in più
La sincronizzazione con l’app per desktop e la possibilità di leggere tutto quello che si è salvato anche offline.

Accuweather

Una sbirciata al tempo la diamo in tanti ogni giorno e le previsioni piacciono a molti, in particolare quando si viaggia molto. Accuweather è semplice da utilizzare e soddisfa anche chi si aspetta previsioni nel dettaglio con le sue previsioni giorno per giorno e ora per ora.

Una marcia in più
La possibilità di aggiungere più località da monitorare e la semplicità e la velocità con cui si cambia la consultazione dei vari luoghi inseriti nella app.

Flipboard

Le news desiderate, aggregate nel proprio giornale personalizzato che si presenta anche molto bene e facilita la lettura grazie a design e progettazione che ne hanno decretato il successo già da tempo. Il lavoro di aggregazione comprende, volendo, anche i social a cui si è iscritti: in potenza, dunque, Flipboard potrebbe sostituire l’apertura di più app ma questo rimane alle abitudini di chi lo usa.

Una marcia in più
La possibilità di creare il proprio magazine e di seguire quelli creati da altri.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.