Usare gli SMS con BeSMS per lavorare meglio: a chi conviene e perché

Condividi su Facebook [0]

Avere un’attività in proprio è bello: farsi conoscere e comunicare in maniera efficace con i clienti è parte del lavoro e significa tempo da passare tra telefonate, mail, messaggi, Facebook e altro ancora.

Perché non provare gli SMS? Non quelli da mandare uno a uno dal cellulare ma con una piattaforma che renda tutto più semplice e facile: la nostra si chiama BeSMS e oggi spieghiamo cosa può fare e perché fa risparmiare rispondendo ad alcune domande frequenti.

A cosa serve l’SMS marketing?

Gli SMS sono utili per comunicare in maniera veloce, efficace e per raggiungere obiettivi fondamentali come farsi ricordare, vendere e fidelizzare i propri clienti.

Gli SMS sono usati per comunicare o ricordare qualcosa ma non solo: sono utili anche per invitare le persone che li ricevono a compiere delle azioni importanti per chi li spedisce.

Per esempio:

  • Rispondere, cioè dare un riscontro alla comunicazione ricevuta
  • Cliccare su un link contenuto nell’SMS e proseguire la navigazione verso un sito o una pagina specifica
  • Comprare qualcosa, in modi diversi: presentandosi fisicamente in negozio o in palestra, mostrando l’SMS ricevuto per avere uno sconto oppure concludendo un acquisto dentro un minisito web creato apposta per essere visitato dallo smartphone

Sono tutte cose che BeSMS fa e che richiedono solo pochi click da parte di chi li riceve. È un gran vantaggio per chi usa molto il telefono e ormai chi di noi non lo fa? Ricevere un messaggio, leggerlo, cliccare su un pulsante per rispondere, acquistare, mandare una mail o visitare un sito sono azioni che si compiono davvero in pochi minuti.

Chi può usare BeSMS? È solo per grandi aziende o va bene anche per piccole attività?

BeSMS è utile a qualunque attività. Facciamo qualche esempio:

  • Attività commerciali medie e grandi: centri commerciali, centri benessere, palestre, centri sportivi, piscine, outlet, parchi, scuole di vario tipo, ristoranti, discoteche e altri locali…
  • Attività commerciali medie e piccole, a livello locale: negozi di abbigliamento, alimentari, negozi per animali, parrucchieri, centri estetici, agenzie di viaggio…
  • Liberi professionisti: commercialisti e avvocati, assicuratori, rappresentanti, formatori e insegnanti di materie diverse, officine e negozi di riparazione, tutte le attività in proprio che di tanto in tanto hanno bisogno di raggiungere i clienti per comunicare con loro.

Cosa si può comunicare con gli SMS?

La risposta più facile sarebbe: qualsiasi cosa! Ma facciamo degli esempi anche in questo caso. Ecco alcuni casi in cui gli SMS sono utilissimi:

  • Eventi e inviti: inizio dei saldi o vendite private, giornate riservate a promozioni, arrivo di prodotti molto richiesti, avvisi di prodotti pronti per essere ritirati, presentazione di nuovi prodotti e marche, ospiti speciali e ricorrenze.
  • Scadenze e date importanti: ricordare il pagamento di un tributo, la data della revisione della macchina, la scadenza di una assicurazione, confermare e ricordare un appuntamento per una visita. Oppure per fare gli auguri di compleanno e associare un’iniziativa come uno sconto o un regalo per il giorno stesso o per un breve periodo.
  • Coupon, sconti, concorsi: tutto quello che permette a un cliente di ottenere un prezzo vantaggioso o una vincita può essere comunicato via SMS. Sono molte le catene che invitano i clienti a mostrare l’SMS in cassa per ottenere un sconto esclusivo, e allo stesso modo si può inviare a un cliente un codice sconto riservato da usare durante un acquisto online.

Quanto costa usare BeSMS e perché conviene?

Usare BeSMS non costa nulla oltre il costo degli SMS, acquistabili in tagli diversi. La cosa migliore da fare però è provare: basta iscriversi e 50 SMS gratuiti sono a disposizione subito.

Dopo la prova, si può proseguire acquistando pacchetti di SMS che costano molto meno dell’invio di un SMS di un operatore di telefonia mobile. La convenienza è il fattore che rende adatto l’SMS marketing non solo alle grandi aziende ma anche alle attività più piccole che hanno bisogno di investire con molta attenzione il budget a disposizione per il marketing e la comunicazione.

Se non si decide di proseguire nell’utilizzo non ci sono canoni o altre spese fisse.

È difficile usare BeSMS?

Imparare a usare uno strumento nuovo può costare ore di lavoro o investimenti per la formazione. Per imparare a usare BeSMS invece non è necessario studiarla a lungo. Non si deve scaricare e installare nulla: con utente e password si accede a BeSMS da qualsiasi computer e la piattaforma è sempre a disposizione.

I passaggi principali sono:

  • Creare il proprio profilo
  • Importare tutti i contatti con i criteri scelti: età, sesso, data di nascita, residenza, tutto quello che serve alla propria attività
  • Prepararsi a spedire gli SMS, singoli o multipli, personalizzati in base ai criteri preferiti per dare maggiore efficacia alle comunicazioni

Questione davvero di minuti. Usando BeSMS si scoprono poi tutte le funzioni più avanzate: anche imparare a creare landing page complete di e-commerce è facile, divertente e non richiede competenze da programmatori o designer.

Cosa sono le landing page?

Per capire meglio cosa sia una landing page possiamo chiamarla mini-sito: si tratta di una vera e propria pagina web fatta per adattarsi a ogni smarthphone e sulla quale si “atterra” dopo aver cliccato su un link contenuto nell’SMS.

 

Cosa succede in pratica:

  • Il destinatario riceve l’SMS, lo apre e lo legge
  • L’SMS contiene il messaggio, l’invito a cliccare sul link e il link stesso
  • Quando il destinatario clicca sul link “esce” dall’SMS e visita la pagina web indicata dal link, cioè il mini-sito o landing page
besms ecco gli sms con le landing page

Esempio di landing page: l’SMS contiene un link che porta al mini sito che invita a compiere un’azione

Una volta “atterrato” sulla landing page il destinatario può:

  • Visualizzare il contenuto (testo, immagini, video e anche mappe)
  • Compiere fino a tre azioni: chiamare direttamente il mittente (per esempio il negozio che ha inviato l’SMS), rispondergli con un SMS o inviargli una mail. Il tutto succede cliccando sul pulsante che indica l’azione.

Comprare partendo da un SMS: la funzione e-commerce

Il procedimento è identico a quello di creazione di una landing page, in questo caso la pagina di vendita conterrà l’elenco degli articoli, il prezzo e il pulsante acquista.

 

Quindi:

  • Il destinatario riceve l’SMS, lo apre e lo legge
  • L’SMS contiene il messaggio, l’invito a cliccare sul link e il link stesso
  • Quando il destinatario clicca sul link “esce” dall’SMS e visita la pagina web indicata dal link, cioè il mini e-commerce dove trova tutti gli articoli in vendita
  • Il cliente può cliccare su “acquista” e mettere nel carrello uno o più articoli
  • Il cliente paga attraverso PayPal

Ho già il mio sito e il mio e-commerce, posso inserire un link dentro un SMS?

Sì. Qualsiasi SMS può contenere un link che porta a una pagina specifica del proprio sito o anche solo alla home page. Come sempre, è importante che la pagina o il sito di destinazione siano in grado di adattarsi allo schermo dello smartphone per rendere più facile la navigazione.

Funzionalità in più, SMS più cari?

No. Tutte le funzionalità disponibili su BeSMS non cambiano i costi degli SMS. Acquistando un pacchetto di SMS di qualsiasi taglio e prezzo si ha a disposizione BeSMS con tutte le sue opzioni d’invio.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.