Usare gli SMS durante le feste con BeSMS: consigli per essere efficaci e comunicare meglio

Condividi su Facebook [3]

Hai un’attività e stai cercando strumenti per comunicare con i tuoi clienti in maniera semplice, economica ed efficace? È il momento giusto per provare gli SMS: questo mese offriamo il 10% di più su ogni ricarica SMS, ma soprattutto stanno arrivando Capodanno e i saldi, due occasioni interessanti per mettere alla prova gli SMS per il tuo business.

BeSMS è la nostra piattaforma per l’invio semplice di SMS: la puoi provare gratis per i primi 50 SMS e poi puoi acquistare la quantità di SMS che preferisci.

Usare una piattaforma per spedire SMS ha tanti aspetti positivi: puoi creare una rubrica e poi spedire i messaggi che vuoi alle persone che decidi tu di volta in volta, selezionandole anche in base a quello che sai di loro. Per esempio, puoi decidere di fare un’offerta dedicata agli uomini e una solo alle donne, oppure per fasce di età, a seconda dei dati che possiedi e che ti permettono di spedire SMS dedicati alle persone giuste.

Con BeSMS puoi anche programmare quando spedire i tuoi SMS, così puoi organizzarti il lavoro senza fare tutto all’ultimo momento, puoi leggere le risposte e impostare risposte automatiche. Per scoprire tutto quello che puoi fare con BeSMS, visita la pagina dedicata al servizio sul nostro sito.

Subito all’opera con gli SMS

Passiamo agli aspetti pratici, per permetterti di usare subito gli SMS e capire se sono la soluzione giusta per te. Cosa ci puoi fare durante queste feste? Per esempio:

  • Se stai organizzando un veglione di Capodanno, puoi invitare chi vuoi tu e raccogliere le adesioni
  • Se ti occupi di forniture, per esempio di cibo, puoi chiedere ai tuoi clienti che ti mandino o confermino gli ordini
  • Vuoi sapere come è andata dopo la festa? Chiedilo ai tuoi clienti con un SMS e avrai dati utili per l’occasione successiva
  • Vendita speciale pre-saldi per un pubblico selezionato? Scegli i nomi degli invitati dalla rubrica che carichi su BeSMS, manda un SMS per l’invito e magari un altro poche ore prima dell’apertura, per ricordarlo anche ai più distratti
  • Annuncio dei saldi: con un SMS puoi ricordare ai tuoi clienti data di inizio, cosa metterai in saldo e le percentuali di sconto che applicherai
  • Verso la fine dei saldi, puoi ricordare ai clienti cosa possono ancora trovare da te, vendere di più e fare spazio alle novità

Sono solo esempi che puoi adattare al tuo lavoro specifico e alle tue necessità. Le statistiche ci dicono che lo smartphone è il mezzo che consultiamo di più per navigare, chattare, giocare, ascoltare musica, leggere le email e ovviamente, telefonare.

Ma farsi ascoltare (anzi, leggere), dalle persone in mezzo a tanti altri messaggi e distrazioni non è semplice: bisogna essere efficaci e fare in modo che la lettura dell’SMS sia semplice e veloce, senza complicazioni e ambiguità, e qui trovi alcuni suggerimenti su come scrivere SMS che si fanno leggere.

Controlla il mittente

Si capisce che sei tu? Chi vede arrivare un SMS deve riconoscerti immediatamente o potrebbe decidere subito di passare oltre.

Semplicità e chiarezza: scrivi messaggi che vanno dritti al punto

Per esempio: i saldi sono saldi, è una parola che conosciamo tutti e riconosciamo a prima vista, inutile girarci intorno. Se il tuo cliente (o possibile cliente), sta aspettando il momento giusto per acquistare da te, “saldi” è la parola che si aspetta di leggere all’inizio dell’SMS: scegli la chiarezza e la semplicità e avrai catturato l’attenzione che ti serve per portare il lettore a leggere tutto l’SMS.

Subito dopo, ricorda di scrivere le informazioni essenziali: percentuali di sconto, data di inizio e di fine, tutto quello che è essenziale sapere per quella precisa occasione e per organizzare lo shopping. Lo stesso vale per tutti i tipi di SMS: se stai promuovendo un evento, data, ora e luogo non possono mancare, ma anche un link alla mappa è importante.

SMS chiari: un messaggio, una informazione

Se in un SMS stai parlando di saldi, non inserire altre informazioni che non c’entrano: la regola generale è “un messaggio, una informazione”. Lo stesso vale per qualsiasi altra iniziativa e qualsiasi cosa tu stia promuovendo con i tuoi messaggi.

Attenzione alle sigle, ai termini tecnici e alle abbreviazioni in stile chat

Prima di usarli, assicurati che chi riceve l’SMS li capisca: se sono sigle e termini per addetti ai lavori, traducili e rendili comprensibili.

In un SMS lo spazio è poco e potresti essere tentato di usare alcune abbreviazioni tipiche dei messaggi personali, che però in un contesto diverso possono risultare incomprensibili o fastidiosi.

Di’ alle persone cosa devono fare

Comunicare per vendere significa essere chiari e togliere spazio alle ambiguità. Quando spedisci un SMS, chiediti se hai detto a chi lo riceve cosa dovrebbe fare: mostrare il messaggio in cassa? Usare un codice sconto? Chiamare o mandare un messaggio?

Dire alle persone che cosa ti aspetti da loro e dirlo in maniera chiara è un passo in più per semplificare la strada che porta alla vendita.

Attenzione alle maiuscole e ai punti esclamativi

Sappiamo che scrivere maiuscolo vuol dire urlare: all’interno di un SMS, usa il maiuscolo con parsimonia, se proprio decidi di volerlo fare – una parola può essere sufficiente – e non abbondare con i punti esclamativi (uno solo fa già tutto il lavoro per cui è nato).

Rispondi in tempi utili

Se i tuoi SMS prevedono la possibilità di ricevere una risposta, spediscili e non dimenticare di controllare cosa succede subito dopo. Una persona che ha bisogno di chiedere più informazioni o un chiarimento sta esprimendo un bisogno molto concreto che merita una risposta precisa e veloce.

Anche in questi pochi scambi si gioca la riuscita di una vendita: sentirsi considerati è un’esperienza sempre positiva che può influire sulla decisione finale, soprattutto quando stai facendo un’offerta limitata nel tempo.

Hai deciso di provare? Registrati e inizia a usare subito BeSMS e poi facci sapere com’è andata. Buone feste!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.