Ragazze e STEM: iniziative che avvicinano le ragazze alle discipline scientifiche

Condividi su Facebook [134]

Non è mai troppo presto per pensare all’estate, alle vacanze ma anche per impegnare le ragazze e i ragazzi nella scoperta di cose che potranno tornargli utili nel futuro. C’era e c’è ancora il classico viaggio di studio all’estero per imparare una lingua straniera, ma le occasioni di formazione si sono ampliate negli anni e quelle dedicate all’avvicinamento alle materie scientifiche, le STEM, si moltiplicano e spesso sono rivolte alla ragazze, alle quali ancora oggi può capitare di sentir dire di essere meno portate.

Ma i tempi e i luoghi comuni cambiano anche grazie a figure di riferimento come Samantha Cristoforetti che possono ispirare e convincere ragazzi e ragazze a intraprendere percorsi di studi scientifici, e poi ci sono le iniziative che in Italia dedicano tempo e spazio, soprattutto in estate, alla conoscenza di materie diverse e in particolare alla programmazione.

In estate si imparano le STEM

Si chiama proprio così l’iniziativa del governo italiano portata avanti dal Dipartimento per le pari opportunità che dedica tre milioni di Euro alle scuole che vogliono organizzare campi e corsi estivi per bambini e bambine per approfondire la conoscenza di cultura scientifica e tecnologia, matematica, informatica e programmazione.

“In estate si imparano le STEM” è pensato per le scuole primarie e secondarie di primo grado (elementari e medie) per avviare campi estivi sia nel 2018, sia nel 2019. Ogni scuola o rete di scuole propone un progetto e partecipa all’assegnazione dei fondi che prevede un massimo di diecimila euro per progetto.

Le scuole interessate potevano proporre i loro progetti entro il 28 febbraio 2018 e il dipartimento per le pari opportunità pubblicherà la graduatoria sul suo sito. I progetti si svolgeranno nel periodo estivo, tra il 12 giugno e il 31 agosto.

Ecco i link utili da visitare per saperne di più e scoprire se anche la scuola dei tuoi figli ha partecipato e rientra nell’iniziativa:

Campi estivi e iniziative per avvicinare ragazzi e ragazze alle STEM

Ecco alcune proposte interessanti che abbiamo trovato online e che hanno le preiscrizioni già aperte o sono in partenza a marzo.

Ragazze Digitali

È un progetto che abbiamo già segnalato in passato, organizzato dal Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’Università di Modena e Reggio Emilia per le studentesse del terzo e quarto anno della scuola superiore. I summer camp partono da metà giugno e durano quattro settimane all’interno del Dipartimento di Ingegneria dell’Università.

Ragazze Digitali è un progetto gratuito attivo da quattro anni: le studentesse che partecipano sono coinvolte in progetti di grafica e audio e nella programmazione di videogiochi con il linguaggio di programmazione Python, il tutto con un occhio alla sicurezza informatica.

Per saperne di più basta visitare il sito, le preiscrizioni per i camp dell’estate 2018 sono già aperte.

H-Farm – Digital Summer Camp

H-farm è un’azienda veneta che si occupa di servizi e formazione alle imprese. Da giugno a settembre organizza il Digital Summer Camp per ragazzi e ragazze dai 5 ai 18 anni, portandoli alla scoperta di robotica, videogiochi, programmazione con Scratch, grafica, web design.

L’iniziativa di H-Farm è privata e per conoscere i dettagli organizzativi, e i costi di ogni settimana di Digital Summer Camp nella sede di Roncade, si può visitare la pagina del sito web dedicata all’iniziativa.

TwContare – Le lettura, gli studenti e le STEM su Twitter

Si chiama Social Reading, cioè leggere insieme su Twitter: l’idea parte da TwLetteratura, noto per le iniziative di lettura e commento online di testi e libri, che per il mese di marzo propone TwContare, gioco di lettura dedicato al film “Il diritto di contare” di Theodore Melfi e dedicato in particolare alla scuola, agli studenti e studentesse delle ultime classi della scuola primaria e alle scuole secondarie.

Il diritto di contare racconta la vita della scienziata Katherine Johnson e delle sue colleghe che negli anni Sessanta, alla NASA, furono coinvolte nella Missione Mercury-Atlas 6 che portò nello spazio il primo astronauta statunitense. Dall’8 al 23 marzo i partecipanti commenteranno il film su Twitter e sulla app Betwyll e potranno parlare, sempre via Twitter, con i profili delle tre scienziate protagoniste. Il progetto ha un suo calendario creato apposta per poter affrontare la lettura del film in momenti diversi con l’obiettivo di avvicinare alle STEM i bambini e ragazzi. Tutti i dettagli di questo bel progetto sono sulla pagina web di TwContare nel sito di TwLetteratura.

FutureCamp Europe, Digital – 17 marzo 2018 a Milano

All’interno della Milano Digital Week, ospitata da Microsoft House e organizzata da WomenTech – Associazione Donne e Tecnologie, c’è FutureCamp Europe, Digital: le professioni dei videogiochi. Lo scopo di questi workshop è sempre avvicinare ragazzi e genitori alle professioni del futuro e quest’anno si parla di digitale e soprattutto di videogiochi: i partecipanti si metteranno alla prova e conosceranno da vicino il mondo dei videogame visti dalla parte di chi li crea.

L’iniziativa fa parte del Microsoft Digital Weekend del 17 e 18 marzo 2018 che comprende anche altre occasioni di gioco e apprendimento per bambini e ragazzi.

Ci sono 2 commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.