App e strumenti per vivere, lavorare e viaggiare organizzati

Condividi su Facebook [62]

Ogni anno facciamo nuove scoperte, proviamo e decidiamo se usare app e strumenti che dovrebbero aiutarci a vivere meglio anche sul lavoro: alcune ci convincono, altre le proviamo ma non riusciamo ad abituarci. Capita un po’ a tutti e la condivisione delle esperienze è un modo per scoprire qualcosa che non conoscevamo e di trovare conferma della bontà di alcuni strumenti.

Ecco perché di tanto in tanto facciamo la lista delle scoperte che ci sono piaciute di più e speriamo di trovare nei commenti a questo post qualche suggerimento di app e programmi da testare.

Toggl

Toggl è una app per misurare il tempo, molto utile sul lavoro per sapere quanto tempo dedichiamo a progetti o a parti di un lavoro, ma anche per ragionare sulla partizione del tempo e usarlo meglio, rispettando tempi e scadenze e recuperando minuti o ore per fare altro.

Toggl si attiva cliccando su un pulsante che fa partire il timer, anche da browser, e permette di suddividere ogni compito con nome e tag, e così diventa utilissimo per generare report e per verificare l’uso del tempo lavorativo.

Gratuito per un mese, Toggl passa poi ai piani a pagamento a partire da un piano “Starter” da 9 dollari al mese.

AnyDesk

AnyDesk è una app fondamentale per chi ha bisogno di controllare un computer da remoto, in situazioni più o meno complesse: è utile a chi ha bisogno di controllare da casa il suo computer in ufficio, per collaborare sullo stesso documento o progetto con una o più persone distanti, e per chi gestisce una rete e ha bisogno di controllare più computer, installare programmi o lanciare aggiornamenti.

Nella vita di tutti i giorni, AnyDesk può servirti per accedere e gestire il computer dei tuoi genitori lontani che non hanno grande dimestichezza con la tecnologia, o per controllare il computer di casa dall’ufficio, specie se hai figli che potrebbero accedervi in maniera incontrollata: AnyDesk ti permette anche di bloccare lo schermo e vietare l’accesso al computer.

Leggero e veloce, con ritardi impercettibili tra la postazione di controllo e quella controllata, AnyDesk permette di lavorare anche con software “impegnativi”, è disponibile per più sistemi operativi e ha anche la versione app per mobile.

Gratuito per l’uso privato e occasionale, AnyDesk propone piani a pagamento per l’uso professionale a partire da 60 Euro all’anno.

Parallel Toolbox

Quante cose utili per il lavoro (e non solo) puoi fare con il tuo computer? Fare screenshot, registrare lo schermo, liberare memoria, trovare file duplicati, registrare audio, scattare foto con la webcam, bloccare lo schermo, scollegare dischi esterni e chiavette e molto altro ancora: il vantaggio di Parallel Toolbox è che ti mette tutte queste funzioni, più di 30, a disposizione da un solo pannello di controllo, così non perdi tempo a cercare il comando giusto o a installare applicazioni separate per ogni azione che ti serve.

Con Parallel Toolbox puoi anche:

  • fare presentazioni, condividere o registrare lo schermo senza essere disturbato da notifiche fastidiose o imbarazzanti, e nasconde cartelle, file e icone per tutto il tempo della presentazione
  • scaricare video o registrarli velocemente con la webcam integrata e creare gif animate dai video
  • pulire il computer, archiviare i file, liberare memoria
  • scaricare audio da Internet o registrare file audio, o bloccare l’accesso al microfono

Per Mac e Windows, Parallel Toolbox ha tante altre funzioni: lo puoi provare gratis per 7 giorni e decidere se acquistare la licenza a 19,99 Euro/anno.

Gmail

Non è una novità in sé, ma gli ultimi aggiornamenti lo hanno migliorato ancora, perciò Gmail merita di essere citato di nuovo tra quegli strumenti per lavorare da non farsi mancare.

Uno nuovo stile ma soprattutto nuove funzioni utili lo rendono uno dei client di posta di riferimento, da configurare anche per ricevere email su indirizzi non Gmail ma con dominio proprietario, per gestire la tua comunicazione con uno strumento solo.

Il nuovo Gmail ti permette di visualizzare le email nella Inbox lasciando a vista gli allegati, che così potrai ritrovare con facilità anche a colpo d’occhio, e adesso è perfettamente integrato con il calendario, Keep (lo strumento per le note scritte e vocali), e Tasks per tenere traccia delle cose da fare: questi strumenti hanno il loro corrispondente mobile come singola app, per permetterti di lavorare con tutti gli elementi sincronizzati.

Una delle funzioni più attese e utili di Gmail in questo aggiornamento è la possibilità di posticipare le email ricevute, scegliendo data e ora per vederle ricomparire proprio quando avrai tempo da dedicare e salvandoti dal rischio di dimenticare di rispondere.

Canva

Abbiamo già parlato del notissimo strumento di grafica per chi non è grafico di mestiere, ma questa volta parliamo della app per il telefono. Canva, ricco di formati, immagini, soluzioni grafiche per aggiungere testi ed elementi alle tue creazioni, in versione mobile ti può essere davvero utile per creare soluzioni per tutti gli usi, in particolare per i social e soprattutto Instagram, sia per le foto destinate al feed normale, sia per le Stories.

Caricare le foto su Instagram da computer è complesso e riuscire a fare tutto dal cellulare fa risparmiare tempo prezioso: con un po’ di fantasia e di pratica i risultati ottenuti con Canva possono essere davvero interessanti.

Lavorare concentrati: Tide e Noisli

Conosci la tecnica Pomodoro? In breve, ti insegna come gestire meglio il tuo tempo e divide le sessioni di lavoro, studio e altre attività in 25 minuti intervallati da pause. Tide è una app gratuita, un timer che ti permette di modificare la durata delle sessioni e delle pause e può accompagnare le sessioni con suoni di sottofondo.

A proposito di suoni e rumori di sottofondo, Noisli è l’app che li colleziona e ti permette di miscelarli a tuo gusto, ed è anche un timer che come Tide dà ritmo alla produttività.

Tripit – Organizzare viaggi

Viaggi spesso per lavoro? Prepararti per viaggiare è un piacere o una incombenza poco gradita? In ogni caso, c’è Tripit, pensato per chi viaggia di frequente ma utile a tutti per ricordare gli itinerari dei viaggi.

Basta girare all’indirizzo di posta di Tripit ogni email di conferma ricevuta – del volo, dell’albergo, del noleggio dell’automobile, del ristorante – per ritrovare tutto l’itinerario dentro l’app, in ordine temporale, e condividerlo per esempio con chi viaggia con te. In più, puoi consultare tutto offline se ti trovi in zone non coperte dal segnale telefonico o se non c’è il Wi-Fi.

Tripit ha anche una versione pro che ti invia degli avvertimenti in tempo reale per ricordarti ogni step del tuo programma di viaggio e segnala anche ritardi e cancellazioni dei voli.

A proposito di voli: per trovare i più economici l’app di riferimento è Skyscanner (anche per hotel e auto a noleggio).

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.