Farsi trovare sul web se hai un’attività locale con Google e Facebook

Condividi su Facebook [150]

Su questo blog abbiamo parlato più volte dell’importanza di avere un sito web e di come realizzarlo, in particolare per chi ha un’attività in proprio e in un determinato luogo: un negozio fisico – un ristorante, un salone di bellezza, un negozio di alimenti per animali e così via – uno studio che offre servizi e altri casi in cui si è presenti sul territorio con il proprio lavoro, con una o più sedi.

Avere il sito, però, è solo un passo tra quelli più importanti per farsi trovare sul web. Oggi non parliamo di attività specifiche come la pubblicità sul web – qualcosa si può fare da sé, molto va affidato a chi se ne occupa per mestiere – ma mettiamo in evidenza un paio di passi per iniziare a farsi trovare meglio.

Questi due passi chiamano in causa Google e la sua sezione My Business, e Facebook con le pagine dedicate alle attività locali.

Google My Business: cura la tua presenza e facilita le ricerche di chi sta cercando quello che tu puoi offrirgli

Prova a pensarci: vuoi cambiare parrucchiere e un conoscente ti ha dato un nome e il paese o la zona della città in cui si trova. Vai su Google o su Facebook e non trovi le indicazioni più utili per individuare proprio quel salone: una noia per te che sei un cliente potenziale, una mancata occasione per il parrucchiere che non ha pensato a come farsi trovare meglio online.

Farsi trovare è indispensabile, da chi sta seduto davanti al computer a casa e in ufficio e ha un po’ di tempo per cercare con calma, ma anche da chi ha uno smartphone in mano e magari è proprio lì vicino a te, e ha deciso di impulso di chiamarti al telefono o di passare da te: ti cerca, non ti trova, passa ad altro, occasione persa.

Cos’è il NAP: nome, indirizzo, telefono

In inglese, Name, Address, Phone: lo spiega bene Luca Bove, esperto di SEO, intervistato dall’esperta di SEO e nostra collaboratrice Tatiana Schirinzi: anche se non hai un sito web, più il trio NAP è presente e coerente – stessi dati ovunque – nei documenti che parlano di te sul web, meglio è.

In breve, Google identifica questa presenza coerente sul web e rende più facile trovarti quando qualcuno ti cerca online.

Google My Business

Google presenta il suo My Business in modo semplice e chiaro: “Il profilo della tua attività viene visualizzato nel momento esatto in cui gli utenti cercano la tua attività o attività simili alla tua su Ricerca Google e Google Maps. Con Google My Business è più facile creare e aggiornare il profilo dell’attività per farsi notare e attirare clienti”.

La bella notizia è che è gratis ma bisogna dedicarci un po’ di tempo.

Curando il tuo profilo My Business appari nei risultati delle ricerche Google (e anche Maps di Google), in maniera chiara ed esaustiva, come mostra questa immagine:

Nella nostra scheda sono presenti le informazioni essenziali e più importanti: il nostro nome e la descrizione breve dell’attività di “Provider di servizi internet a Bologna”, numero di telefono per chiamarci, indirizzo e quindi anche le indicazioni stradali per trovarci, e le fotografie che mostrano la nostra sede.

C’è poi il sito web e ci sono gli orari di apertura, mentre nelle altre schede compaiono i post di questo blog e le recensioni di chi ha voluto dire cosa ne pensa del nostro lavoro.

Tutto diventa disponibile e utilizzabile al volo: un bel vantaggio far sapere a chi ti cerca se sei aperto, in che orari e come sei raggiungibile.

Per ottenere il meglio da Google My Business, basta iniziare con la registrazione gratuita, molto veloce, e completare subito le informazioni richieste.

Sulla pagina dedicata a My Business, è Google stesso che ti spiega cosa è importante fare con regolarità dopo aver inserito le informazioni di base:

  • curare le informazioni in modo che siano sempre aggiornate: per esempio, se d’estate cambi orari di apertura, è bene indicarlo
  • tenere vivo il tuo profilo inserendo fotografie, novità, offerte, i nuovi post del tuo blog e altre attività utili per il tuo pubblico: un profilo “vivo” dice molto sul tuo modo di lavorare giorno per giorno
  • controllare le recensioni che, dice Google, “sono conversazioni tra te e i tuoi clienti”: oltre a leggere, infatti, puoi rispondere

Il mondo My Business è un’opportunità da cogliere, che oltretutto ti fornisce delle statistiche periodiche che ti aiutano a capire come le persone ti trovano: con quali parole ti hanno cercato e trovato, cosa hanno fatto, per esempio se ti hanno chiamato, hanno chiesto le indicazioni stradali o hanno visitato il tuo sito web.

Ancora più informazioni: le planimetrie su Google Maps e Google Business View

Le Planimetrie su Google Maps sono utili a chi ha bisogno di mostrare l’interno di un edificio pubblico o per progetti più grandi (un museo, una stazione, uno stadio). Una soluzione utile per arricchire le visite da device diversi, che permette anche di cambiare piano quando ce n’è bisogno.

Altra soluzione interessante, ma non gratuita, è Business View per apparire su Google anche con l’interno dei propri locali in un vero “tour virtuale”. La tecnologia è la stessa utilizzata per Street View e le fotografie vengono scattate da professionisti certificati da Google.

Pagine Facebook per attività locali

Se hai un’attività e vuoi farti trovare anche su Facebook, il primo consiglio utile è sempre di iniziare con una pagina.

Da qualsiasi profilo personale Facebook si può iniziare a creare una pagina: basta cliccare la voce “Crea” in alto a destra.

Facebook ha modelli di pagina per ogni attività, comprese quelle locali: basta scegliere Azienda o brand e Organizzazioni o Imprese locali.

Questo tipo di pagina ti permette di aggiungere tutti i dati fondamentali (nome, indirizzo, numero di telefono), di visualizzare la tua attività sulla mappa e ricevere indicazioni stradali, funzione molto utile da mobile in particolare.

Le pagine Facebook sono cambiate molto negli anni e ora ti danno la possibilità di attivare, tra le altre cose:

  • un sistema di messaggistica istantanea migliorato, dal quale seguire e gestire le conversazioni in corso con chi ti scrive un messaggio privato
  • una chat “automatica” nella quale puoi preimpostare tu le domande più frequenti che ti rivolge chi ti contatta. Se sei veloce e presente, Facebook lo fa notare a chi visita la tua pagina indicando i tuoi tempi medi di risposta
  • la gestione degli appuntamenti direttamente dalla pagina Facebook Come già per Google My Business, anche in questo tipo di pagina le persone potranno lasciare la loro valutazione espressa in stelle (fino a cinque), e aggiungere la loro recensione scritta, alla quale potrai rispondere.

Il motto è: non sederti ad aspettare di essere trovato, rendi la via più facile ai tuoi visitatori e ne avrai sicuramente più di un beneficio. Buon lavoro!

La foto del post è di Brooke Cagle da Unsplash

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.