Ripristinare le performance di una linea FIBRA FTTC: il caso M.S. S.r.l.

Condividi su Facebook [52]

Quando una linea FIBRA mostra segni di degrado come disconnessioni frequenti e una performance al di sotto di quelle attese, l’assistenza tecnica di un provider è il tassello che può fare la differenza: oltre alle competenze tecniche e all’esperienza, in alcuni casi sono necessarie pazienza e perseveranza, e la collaborazione del cliente che vive l’anomalia della sua linea.

Dopo il caso illustrato da Christian qualche settimana fa, entra in campo il nostro Martin Slavev che ci ha raccontato di un caso davvero molto particolare, risolto anche grazie alla presenza attiva del nostro cliente, che alla fine ha visto tornare stabile e veloce la sua FIBRA FTTC.

La situazione di partenza

M.S. S.r.l. è un’azienda laziale collocata in una zona extraurbana di campagna, caratterizzata dalla presenza di molti alberi, una vegetazione fitta che non permette l’attivazione di linee senza fili come le FWA miste fibra-radio: la connettività FTTC è quindi fornita da una infrastruttura palificata, perché le caratteristiche della zona non permettono di ottenere nemmeno una linea cablata.

Dopo l’attivazione e un primo periodo di servizio stabile, da fine 2020 la linea FTTC ha iniziato a mostrare un’anomalia severa: velocità molto bassa e disconnessioni frequenti che ostacolavano l’operatività quotidiana dell’azienda.

Il nostro cliente ha contattato Martin per segnalare quanto osservava e si è messo a disposizione per qualsiasi riscontro fosse necessario da parte sua.

I primi interventi sulla linea FTTC di M.S. S.r.l.

Dopo i primi controlli in autonomia, Martin ha chiesto più volte una verifica in escalation ricevendo risposte negative che indicavano le condizioni ambientali come ostacoli non aggirabili per ottenere miglioramenti.

Nel frattempo, Martin ha chiesto la collaborazione del cliente per verificare le condizioni dell’ultimo tratto in rame: dalle foto ricevute è risultato evidente il degrado del cavo e che l’unica alternativa alla cessazione della linea fosse sostituirlo con un cavo nuovo.

L’ultimo intervento risolutivo

Martin ha quindi fornito le prove fotografiche e chiesto al responsabile di zona di intervenire per la bonifica del cavo.

Così è stato e infine una squadra di tecnici è intervenuta per sostituire l’ultimo tratto in rame, circa 500 metri, operazione impegnativa che ha richiesto circa una settimana: un ottimo lavoro che ha ridato al cliente la sua FTTC con le massime prestazioni possibili in quella zona, 30 Mega in download e 3 in upload.

Anche oggi il nostro cliente lavora con la FTTC performante e stabile.

La comunicazione con il nostro cliente

Un cliente collaborativo è sempre un elemento importante in più per poter arrivare a un esito positivo: nel corso dei mesi necessari per arrivare alla soluzione, Martin ha parlato con costanza via email e al telefono con il nostro cliente, per aggiornarlo sulla situazione e chiedere tutte le prove necessarie a dimostrare che la linea era nella condizione di essere ripristinata con successo.

Anche questo caso, come quello illustrato da Christian, è molto particolare e probabilmente uno tra i più complessi che abbiamo mai affrontato: ma la differenza, ancora una volta, è stata la capacità e la volontà dell’assistenza tecnica, in questo caso di Martin, di ricostruire in modo puntuale la situazione senza dichiarare subito la linea non utilizzabile e insistendo con diversi interlocutori per intervenire e risolvere. Un lavoro paziente, meticoloso e collaborativo che ha dato i suoi frutti.

Vuoi conoscere meglio le nostre linee FIBRA? Leggi tutto sul nostro sito e se vuoi farci qualche domanda, contattaci, rispondiamo sempre!

Limmagine di copertina è di Ashkan Forouzani da Unsplash

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.