Wi-Fi pubblico e sicurezza: consigli per navigare in tranquillità

Condividi su Facebook [69]

Il comfort dei nostri Wi-Fi casalinghi ci fa sentire protetti e generalmente al sicuro da intrusioni non gradite: con modem come i nostri FRITZ!Box, per esempio, si possono prendere cautele per proteggere la navigazione dei più piccoli e la nostra rete domestica attrezzando una rete Wi-Fi riservata agli ospiti, per proteggere i dati più critici.

Le cose cambiano quando siamo fuori casa, in viaggio, in vacanza, quando il desiderio di navigare sempre gratis ci può portare a rischiare: è di questi giorni la notizia di una rete di hacker che usa i Wi-Fi degli hotel di lusso per attaccare i dati degli ospiti. La cronaca ci insegna quanto sia importante adottare alcuni accorgimenti minimi per navigare in sicurezza da smartphone, tablet e computer ovunque ci sia un Wi-Fi al quale connettersi.

Prima ancora dei consigli per l’uso, ricordiamo anche che le tariffe del roaming in Europa sono cambiate e in pratica abolite: navigare dallo smartphone non è più costoso come qualche tempo fa e di conseguenza, potendo evitare il ricorso alle reti Wi-Fi, è un primo modo per proteggersi da eventuali intromissioni. Per sicurezza, se stai per viaggiare in Europa, verifica le tariffe e limiti di navigazione previsti dal tuo contratto con il tuo gestore telefonico.

Se invece all’estero non puoi usare la rete dati, allora ecco qualche consiglio per sorvegliare l’uso delle reti Wi-Fi che trovi mentre viaggi.

Aggiorna tutto prima di partire

Prima di partire assicurati di aver fatto tutti gli aggiornamenti necessari: sistema operativo, app, browser sono più sicuri se aggiornati all’ultima versione

Scegli i Wi-Fi che richiedono una password

Negli hotel, stazioni, bar e altri luoghi che mettono a disposizione il loro Wi-Fi, verifica di poterti collegare con la password, che ti verrà fornita dal gestore: non risolve tutti i problemi ma è un accorgimento utile per bloccare chi vorrebbe dare un’occhiata ai tuoi dati.

Verifica i Wi-Fi aperti con i gestori, dove possibile

Se vedi una rete Wi-Fi aperta che sembra quella del tuo hotel, campeggio, ristorante o bar, accertati che sia davvero la loro rete. Mettere su un Wi-Fi aperto che in realtà è una “trappola” per inesperti è facile per chi lo sa fare ed è intenzionato a frugare nei dati altrui.

Scegli con cura i siti che vuoi visitare

Se devi navigare con un Wi-Fi libero, evita di visitare siti come il tuo conto bancario o altri che richiedano l’inserimento delle tue credenziali: se hai modo di farlo, spegni il Wi-Fi e usa la rete dati.

Usa l’autenticazione a due fattori

Scegli l’autenticazione a due fattori su tutti i siti che te lo consentono: riceverai un SMS o email che richiede una verifica ulteriore prima di accedere a un account, così se qualcuno ruba la tua login e la tua password non potrà comunque accedervi perché non potrà ricevere il codice di conferma, proprio come succede con gli home banking che non ti permettono di fare operazioni se non inserisci il codice di sicurezza che ti arriva via SMS.
Tutti i servizi più utilizzati, a partire da Gmail e Facebook, ti consentono di attivare l’autenticazione a due fattori, a tutto vantaggio della tua sicurezza.

Usa solo la navigazione in HTTPS

HTTPS è il protocollo che cripta tutti i dati scambiati tra te e i siti che visiti, cosa che il vecchio protocollo HTTP non fa: per navigare in sicurezza puoi installare l’estensione per browser HTTPS Everywhere che imposta la navigazione sempre su questa connessione sicura.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *