Comunicare: soluzioni per parlarsi, videochiamarsi e collaborare.

Condividi su Facebook [392]

Uno smartphone, un tablet, un computer, Internet: comunicare con chi ci è caro o con chi lavoriamo è possibile, anche per chi ha meno confidenza con le tecnologie che ce lo permettono.

Ecco dunque alcuni strumenti utili, per prima cosa per fare videochiamate e vedere dal vivo le persone con cui desideriamo parlare. Ne abbiamo scelti alcuni con il criterio di facilità d’uso, anche se non necessariamente gratuiti.

Skype

Un classico gratuito per fare videochiamate e non solo: mentre parliamo, con la videocamera accesa o solo a voce, Skype ci permette anche di chattare scrivendo, scambiarci file e condividere lo schermo.

Puoi usare Skype sul computer, come app per telefoni e tablet e anche con Xbox One e sui dispositivi Alexa di Amazon.

Come fare una chiamata di gruppo su Android: sul canale YouTube di Skype trovi altri video per iniziare a usarlo subito

Skype permette anche di registrare le chiamate, sia video che audio: alla fine della chiamata o dopo aver chiuso la registrazione, nella colonna della chat apparirà il link per salvare la conversazione sul computer: il file rimane disponibile per trenta giorni.

Una piccola funzione interessante: in caso di lavoro da casa e necessità di videochiamare, dalle impostazioni si può scegliere se sfumare tutto l’ambiente che ci sta attorno per renderlo meno visibile.

Il canale YouTube di Skype ha una playlist dedicata a chi deve iniziare a usarlo, con alcuni video in inglese che mostrano le funzioni principali.

Google Hangouts

Messaggi, chiamate e videochiamate, gratis: basta avere un account Google, in pratica una mail Gmail. Una volta dentro Gmail, in alto a destra basta cercare l’icona di Hangouts, in questo modo:

Cliccando su Hangouts si aprirà una finestra con tre opzioni: videochiamata, telefonata o messaggio. Scegliendo la videochiamata, Hangouts ti darà un link da condividere con le persone con le quali vuoi parlare, che dovranno solo cliccarlo per collegarsi.

La chat rimane sempre a disposizione anche durante la videochiamata e dalle impostazioni in alto a destra puoi anche condividere il tuo schermo con tutti i partecipanti.

Per saperne di più, la pagina Supporto di Google Hangouts ha una guida introduttiva che spiega tutti i passi necessari per iniziare a usarlo.

Google Meet

Per i privati, Google Meet è a pagamento con un piano mensile di abbonamento alla Google Suite (da 4,68 Euro/mese per il piano più economico), il pacchetto di strumenti messi a punto da Google per facilitare le collaborazioni da remoto: puoi comunque provarlo gratis per 14 giorni.

Segnaliamo anche Google Meet perché, come per Hangouts, avviare una videochiamata è davvero semplicissimo: basta iniziare una nuova riunione per ottenere subito un link da condividere con le persone che vuoi invitare, e la conversazione si aprirà nel browser. Quindi, di nuovo, nulla da installare per quel che riguarda i computer, mentre per telefoni e tablet basta scaricare l’app Hangouts Meet.

Google Meet e Classroom per l’insegnamento

Fino a luglio 2020, per l’emergenza Coronavirus, Google offre gratuitamente l’accesso alle funzioni premium di Meet tra le quali anche la possibilità di registrare le riunioni e scaricarle su Google Drive.

Qui il comunicato di Google.

Google Classroom è lo strumento collaborativo gratuito creato per la didattica a distanza.

Se sei un insegnante e vuoi usarlo ma non sai come iniziare, ANP (Associazione nazionale dei dirigenti pubblici e alte professionalità della scuola) offre gratuitamente il corso che spiega come usarlo.

EzTalks

EzTalks è un programma per videoconferenze e webinar. Come Skype, va installato sul computer o su smartphone e tablet, e il funzionamento è semplice: dal sito web è possibile programmare una videochiamata o farla partire immediatamente, dopo aver condiviso il link che EzTalks ti darà per permettere a tutti gli altri invitati di partecipare.

Chi partecipa alla riunione non deve per forza avere un profilo creato su EzTalks ma può partecipare come ospite.

EzTalks ha un piano gratuito che permette di organizzare videochiamate fino a 100 partecipanti e 40 minuti di durata per chiamata.

Slack

Lo strumento che si è dato la missione di sostituire la mail con un sistema di collaborazione è una soluzione per creare un ambiente dove lavorare e comunicare in modo ordinato, con la possibilità di attivare diversi canali tematici oltre che alle normali chat uno a uno.

Anche nel caso di Slack, tutte le persone all’interno dello stesso account, aziendale o meno, possono chiamarsi e videochiamarsi dall’interno della piattaforma.

Rispetto agli strumenti visti prima, Slack è un po’ più complesso ma, anche se in inglese, fornisce ottime risorse per iniziare a usarlo in poco tempo.

Slack ha un piano gratuito che permette di conservare fino a diecimila messaggi scambiati, offre l’integrazione con programmi e piattaforme esterne come Google Drive e Office 365, e chiamate vocali e videochiamate uno a uno.

TeamViewer e AnyDesk per il controllo remoto dei computer

Può capitare di avere necessità di assistenza per installare un programma o fare altre operazioni sul computer: TeamViewer e AnyDesk risolvono questa necessità permettendo a una persona autorizzata da te di accedere e controllare da remoto il tuo computer, telefono o altro dispositivo e di condividere file.

Entrambi i programmi sono gratuiti per l’uso personale: dopo averli installati, impostare l’accesso remoto è abbastanza semplice e sui siti web delle due soluzioni puoi trovare i riferimenti per avviare il controllo remoto.

I nostri strumenti utili e utilizzabili da casa

Comunicare spesso significa anche dover essere tempestivi e noi abbiamo tre soluzioni per farlo in modo efficace perché virtuale, senza carta o toner né macchine fisiche:

  • il nostro centralino VoIP virtuale per gestire chiamate da qualsiasi luogo
  • il nostro fax virtuale, senza carta, semplice da usare perché basta solo una mail per mandare e ricevere i fax, mentre per chi li spedisce a te o li ricevere da te non cambia nulla
  • gli SMS, dalla piattaforma virtuale BeSMS, per raggiungere in un clic tante persone con un solo messaggio, spendendo pochissimo

La Solidarietà Digitale dal Ministro per l’Innovazione

Il Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione ha pubblicato il sito Solidarietà Digitale, in continuo aggiornamento dall’inizio dell’emergenza Coronavirus.

All’interno ci trovi tutte le iniziative utili per favorire il lavoro, le comunicazioni e lo svago, avviate da alcune delle realtà più importanti del Paese: gestori di telefonia mobile con offerte per la navigazione e le chiamate, piattaforme per lo studio e il lavoro, webinar di formazione, riviste e libri gratuiti per grandi e piccoli e molto altro: ti raccomandiamo di visitare il sito per verificare se c’è un servizio che ti può servire.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.