SMS: come usarli per comunicare le riaperture da qui a tutta l’estate

Condividi su Facebook [2]

I canali di comunicazione sono tanti, possono essere diversi in base al tipo di business e vanno valutati con attenzione per decidere se usarli: tra questi, le email e gli SMS sono tra i più importanti.

Abbiamo detto davvero “SMS”? Sappiamo per esperienza che quando nominiamo gli SMS le reazioni possono essere diverse e dalle parti di “ma i messaggini non si usano più!”, o che WhatsApp ormai si è preso tutto quello che c’era da prendersi nel mercato della messaggistica, ma le cose stanno diversamente: gli SMS professionali, gestiti con una piattaforma online come la nostra BeSMS si usano ancora, nell’ordine dei 150 milioni di messaggi inviati ogni anno solo con BeSMS.

È anche vero che quando chiediamo alle persone che frequentano il nostro e-commerce, sito, negozio fisico, ufficio, di lasciarci i loro dati, non sempre il numero di telefono viene concesso con la stessa facilità dell’indirizzo mail – soprattutto sugli e-commerce – e oltre alla conformità con la legge sulle privacy, crediamo che la chiave del possibile successo degli SMS come strumento di comunicazione sia nel rispetto del dato che ci viene concesso.

Usare i dati è anche questione di etichetta

Rispettare l’interesse e la disponibilità dei clienti e delle persone che potrebbero diventare nostri clienti e che ci hanno dato fiducia condividendo i loro dati, nello specifico il numero di telefono, significa anche fare attenzione a come comunicheremo con loro:

  • niente spam, niente messaggi inutili: in altre parole, non troppi messaggi e solo messaggi che possono essere rilevanti per chi li riceve. Se è vero che gli SMS vengono letti entro pochissimi minuti dalla ricezione e hanno tassi di apertura altissimi, attorno al 98%, l’efficacia dipende da come li usiamo e “pochi ma buoni” è una regola sempre valida.
  • cosa abbiamo promesso a chi ci ha dato il suo numero di telefono? Probabilmente informazioni tempestive – pensiamo alle flash sales, le vendite di pochissimi giorni organizzate da alcuni negozi – anteprime, sconti riservati: se è possibile, trattiamo da VIP chi ci ha dato questo dato prezioso
  • messaggi chiari, concisi e scritti bene per fare in modo che suonino meno impersonali possibile, con un invito all’azione (scopri, compra, passa a trovarci, usa lo sconto, ecc.): è chiedere troppo per un messaggio di pochissimi caratteri? In realtà è soprattutto questione di esercizio, per fare in modo che le persone non debbano fermarsi troppo tempo a capire cosa hanno letto e afferrino al volo quello che dovrebbero fare. Con una piattaforma di SMS marketing, possiamo usare anche altri dati che abbiamo (nome, sesso, età, luogo di residenza, per dirne alcuni) per personalizzare ancora meglio i messaggi che inviamo e renderli più interessanti.

Gli SMS per le riaperture e per far partire le attività estive

L’emergenza Covid ha avuto un impatto enorme su tante attività e in particolare sulle strutture ricettive che da metà maggio 2021 in poi possono iniziare a operare. Insieme agli annunci a pagamento sui social, all’email marketing, anche gli SMS possono dare una mano a riprendere o intensificare il legame con le persone che già conosciamo e a invitare nuove persone a conoscere l’attività in questione.

Perché gli SMS sono utili? In questo caso perché le persone, anche i clienti abituali, potrebbero chiedersi se l’attività – per esempio una piscina all’aperto – riaprirà e non essere certi della risposta, e farsi sentire per primi con un SMS può essere davvero utile. Cosa può essere interessante comunicare:

  • giorno di prima apertura e orari
  • contatti e informazioni per le prenotazioni: con una piattaforma come BeSMS si possono ricevere e gestire gli SMS in risposta a quello inviato e agire ancora meglio
  • aggiornamenti tempestivi in caso di cambio di colore della regione
  • informazioni rilevanti su disposizioni di sicurezza da rispettare
  • offerte speciali per alcuni giorni, orari o periodi particolari, per esempio per agevolare gli ingressi nei giorni infrasettimanali negli orari meno affollati, o per promuovere i periodi di vacanza meno battuti come le prime settimane di settembre, o le prenotazioni early bird per chi vuole risparmiare qualcosa prenotando con un po’ di anticipo.

Per questo tipo di comunicazioni, gli SMS possono integrarsi in modo molto efficace con l’email marketing al quale affidare la promozione delle offerte di una struttura ricettiva, soprattutto per gestire le comunicazioni più rilevanti come le conferme di giorni e orari di arrivo e partenza, anche in aggiunta a quanto comunicato via email.

Oltre le promozioni: gli SMS per organizzare meglio il lavoro

Come abbiamo appena evidenziato, ricordiamo che gli SMS diventano utilissimi non solo per le attività promozionali ma per chiunque gestisca un’attività e abbia bisogno di:

  • inviare SMS che ricordano gli appuntamenti presi, con un doppio vantaggio: aiutare i clienti a non dimenticarsene e non ritrovarsi con buchi in agenda dovuti alle dimenticanze
  • conferme di prenotazioni con tutti i dati rilevanti
  • scadenze di qualsiasi tipo, dal rinnovo di un abbonamento agli ultimi giorni per aderire a una offerta vantaggiosa.

Perché farlo con una piattaforma come BeSMS e non, per esempio, con WhatsApp

WhatsApp funziona e anche molto bene finché i numeri restano piccoli e bastano un telefono e una rubrica telefonica sul cellulare per gestire tutte le comunicazioni.

Ma appena un’attività cresce, anche non di troppo, fare tutto con il telefono e WhatsApp diventa presto complicato. I vantaggi di base di una piattaforma come BeSMS danno subito idea di quel che è possibile fare in modo molto pratico:

  • caricare tutti i contatti in una volta sola e gestire la rubrica direttamente dalla piattaforma, sia da computer che da telefono
  • scrivere e programmare i messaggi, così sarà BeSMS a spedirli nel momento desiderato
  • ricevere e gestire le risposte agli SMS inviati
  • personalizzare il mittente per essere subito riconoscibili
  • avere le statistiche degli invii per capire come sta andando la comunicazione via SMS

Perché conviene BeSMS e come provarla gratis

Tre buoni motivi per provare BeSMS:

  • BeSMS funziona online e non bisogna scaricare o installare nulla
  • non c’è abbonamento, paghi solo i pacchetti di SMS che ti servono e puoi acquistare ogni volta che vuoi
  • gli SMS professionali costano pochissimo: guarda i nostri pacchetti e lo vedrai subito
  • BeSMS ha una prova completamente gratuita con 50 SMS e tutte le funzioni abilitate: la provi e decidi in completa libertà se continuare a usarla.

E per qualsiasi altra domanda e curiosità, c’è la nostra assistenza pronta a rispondere: ti aspettiamo!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.