Velocità upload: a cosa serve e cosa ti permette di fare

Condividi su Facebook [111]

Può succedere a tutti che mentre giochiamo online o facciamo una videochiamata arrivi un momento di stallo: la connessione sembra non andare come dovrebbe. Come può succedere, anche se abbiamo una ADSL o una linea fibra performante che in genere non ci dà pensieri? La risposta sta in due parametri, velocità in download – che tutti conosciamo e consideriamo – e velocità upload. A cosa serve e perché dobbiamo tenere in considerazione anche quest’ultima e non solo la velocità in download?

Per capire meglio l’importanza di entrambe le velocità, partiamo dalle basi:

  • la velocità in download è la velocità di trasmissione dei dati da Internet verso i nostri device (per esempio il computer con cui lavoriamo)
  • la velocità in upload è la velocità di trasmissione dei dati dai nostri device verso la rete Internet.

Entrambe le velocità hanno la stessa unità di misura, i megabit per secondo (Mbps). Una ADSL 20 Mega in download e 1 Mega in upload in condizioni ideali trasmette 20 Megabit al secondo in download (da Internet verso un device) e 1 Megabit al secondo in upload (dal device verso Internet).

Velocità download e upload: che differenza c’è

La velocità in download è un parametro importante. Chi ricorda le vecchie connessioni prima dell’avvento delle ADSL e poi della fibra, ricorda quanto potesse essere lunga l’attesa per scaricare anche solo un file mp3 di pochi mega.

Ma anche la velocità in upload ha molto a che vedere con la performance di una linea. Molte azioni semplici che compiamo tutti i giorni impegnano le nostre connessioni in upload: mandare una mail, giocare live al nostro gioco preferito, partecipare a una videochiamata significa anche trasmettere dati verso device o verso server diversi, e una buona velocità ci garantisce un’esperienza fluida.

Probabilmente qualcuno avrà testato le performance della sua linea, anche quelle in upload, quando ha iniziato a lavorare da casa nel periodo di lockdown, soprattutto con le videochiamate. Il che ci porta subito a un consiglio semplice ma essenziale: quando scegli una connessione a Internet, controlla che la velocità in upload sia sempre dichiarata. Di norma lo è ma se non la trovi, chiedi spiegazioni all’assistenza del provider che hai adocchiato.

Perché le velocità in download e upload sono diverse?

Le offerte commerciali che i provider riservano ai clienti privati o ai clienti business prevedono velocità in download più alte delle velocità in upload. Questo perché le attività che svolgiamo normalmente da casa o in ufficio – dove non ci sono attività particolari che richiedono di impegnare la banda in upload – di solito richiedono molta più disponibilità di banda in download.

Cosa intendiamo quando parliamo di attività “normali”? Per esempio: guardare un film o una serie su Netflix o su un altro servizio di streaming, oppure su YouTube; seguire una diretta su Facebook; fare acquisti online; ascoltare un podcast o qualche canzone su Spotify; visitare siti diversi, leggere articoli e post di blog, curiosare sui social network.

Velocità upload ottimale: esiste davvero?

In breve: una buona connessione, anche una ADSL che raggiunge buone velocità in download e in upload, ci garantisce un uso fluido di Internet per sbrigare tutte le normali attività che abbiamo appena elencato.

Una buona velocità in upload può partire da 1 Megabit, ma definire in pura teoria cosa sia una velocità “ottimale” può essere fuorviante. La velocità di una linea è ottimale se soddisfa l’uso reale che se ne fa. Perciò, se giochi molto online, fai streaming su Twitch, passi buona parte delle giornate in videoconferenza, carichi video su YouTube o file pesanti per lavoro, usi strumenti in cloud per lavorare, potresti avere necessità di una banda in upload maggiore di quella di cui disponi effettivamente.

Questo vale soprattutto se condividi la tua connessione con altre persone: una famiglia di tre o più persone, o tre o più persone che condividono un appartamento e la stessa connessione e usano contemporaneamente Internet impegnando la linea in upload, potrebbero accorgersi che la banda non è sempre sufficiente.

In generale, comunque, le linee FTTC miste rame-fibra che raggiungono i 100 Mega o 200 Mega in download e 20 Mega in upload, e le linee 100% fibra che arrivano a 100 o 300 Mega in upload, garantiscono piena soddisfazione a chi non ha necessità davvero particolari. Per aziende o altre realtà che invece necessitano di altissime prestazioni sia in download che in upload, esistono le linee con velocità simmetriche, uguali in download e in upload.

Puoi migliorare le prestazioni della tua linea e quindi anche la velocità in upload?

Tutti vogliamo navigare in condizioni ottimali e prima di rispondere alla domanda su come migliorare le prestazioni della linea, ricordiamo alcuni dettagli fondamentali:

  • ADSL e linee FTTC miste rame-fibra risentono della distanza tra abitazione o ufficio e centrale di riferimento: più breve è la distanza coperta dal tratto in rame, più le velocità effettive si avvicineranno alle velocità massime raggiungibili. Le linee 100% fibra non risentono della distanza.
  • Anche l’impianto di casa deve essere in condizioni ottimali, con cavi e canaline in buone o ottime condizioni, senza derivazioni. Le prese telefoniche derivate dalla presa telefonica principale possono influire sulle prestazioni e andrebbero isolate
  • Il router che usi per navigare può influire sulle prestazioni: investire su un router di marca e di gamma alta può essere un’idea sensata.

Per verificare se puoi migliorare la velocità della tua linea, ecco alcune cose che puoi fare:

  • Non usare il Wi-Fi ma il cavo tra router e il device che ti serve. Controlla anche che la porta del tuo device sia Ethernet per non pregiudicare le prestazioni effettive della linea
  • Se devi usare il Wi-Fi, accertati che il device riceva un segnale sufficientemente potente: se sei in una stanza molto lontana dal router o se tra il tuo device e il router ci sono dei coni d’ombra o ostacoli fisici, la velocità può diminuire: nel caso, valuta l’uso di repeater per amplificare il segnale
  • Controlla quanti device sono collegati a Internet e soprattutto cosa fanno e quando: backup programmati in orari sbagliati – in pieno giorno, mentre stai lavorando, o alle 9 di sera quando stai giocando online – possono influire sulla velocità. Se la notte è un buon momento, programma tutte queste attività impegnative di caricamento dati mentre dormi.
  • Se alcuni device possono essere scollegati dalla rete, almeno nei momenti in cui sai di avere più bisogno della velocità della tua linea, disconnettili.

Cambiare provider?

Anche se la rete nazionale in grande parte è la stessa per i vari operatori, i provider non sono tutti uguali: le diverse tecnologie utilizzate, l’ingegneria di rete e le politiche di banda possono fare la differenza e darti prestazioni diverse da quelle attuali. Anche il servizio tecnico, la capacità e la disponibilità a controlli diagnostici e all’analisi della tua connessione possono portarti a migliorare le prestazioni della tua linea, nei limiti di cui abbiamo parlato in questo post.

Vuoi provare la differenza? Ne parliamo quando vuoi, ti basta chiamarci o mandarci una mail e, naturalmente, dare un’occhiata alle nostre offerte.

L’immagine di copertina è di Nathan De Fortunato da Unsplash

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.