Tirocinio in azienda per studenti universitari: l’esperienza di Silvia in Ehiweb

Condividi su Facebook [148]

Silvia è una giovanissima studentessa bolognese di scienze statistiche che abbiamo accolto a luglio e che lavorerà con noi fino al 23 agosto.

Il tirocinio in azienda è un periodo di tempo che può essere significativo per il percorso di studi di uno studente universitario ed è il motivo che ci ha portati a diventare azienda convenzionata con l’università di Bologna: il nostro obiettivo è fornire una esperienza di valore, durante la quale il tirocinante si possa inserire appieno nell’operatività quotidiana mentre porta avanti il progetto concordato.

Il tirocinio, insomma, deve fare bene al tirocinante e all’azienda che lo ospita, con risultati utili per il proseguimento degli studi, magari per scoprire un settore lavorativo interessante per il futuro e raccogliere informazioni utili che l’azienda possa utilizzare a lavori conclusi.

Nel nostro caso, abbiamo aperto le porte di casa a Silvia, vent’anni, che ci ha dimostrato voglia di fare e con la quale abbiamo concordato un progetto interessante: analizzare le recensioni pubbliche su Ehiweb e sui nostri competitor e realizzare una serie di brevi interviste con i nostri clienti, per raccogliere dati sulla scelta di Ehiweb come provider e il grado di soddisfazione relativo ai nostri servizi e alla nostra assistenza. I dati ci serviranno per ragionare ancora meglio sul nostro lavoro e Silvia sta portando avanti la ricerca con entusiasmo e professionalità, affiancata da tutti noi e in particolare dalla nostra Simona che ha assunto il ruolo di tutor.

Prima di lasciare la parola a Silvia, sottolineiamo ancora una volta quanto sia utile per gli studenti un progetto di tirocinio ben strutturato e trovare un’azienda che valorizzi la loro esperienza: fare una vera immersione nel lavoro di una realtà imprenditoriale, insieme alle persone che in questa realtà operano tutti i giorni è un’opportunità per muovere i primi passi nel mercato del lavoro. Per noi non sarà l’ultima esperienza e saremo sempre disponibili a valutare nuove idee e proposte insieme agli studenti universitari.

1 – Ciao Silvia, ci racconti un po’ dei tuoi studi?

Sono una studentessa del secondo anno di scienze statistiche dell’università di Bologna. Per molti, la mia non è la prima facoltà a cui si pensa al momento di scegliere quale strada prendere ma è il piano B per chi non è sicuro di voler fare economia o ingegneria.

Questa è stata anche la mia situazione: ho frequentato un istituto tecnico commerciale e mi sarebbe piaciuto rimanere nell’ambito dell’economia per non “buttare” 5 anni, però mi sono resa conto di essere più portata per le materie scientifiche e che studiare contabilità ed economia aziendale non faceva per me.

Scienze Statistiche è un buon compromesso perché nel mio indirizzo di Economia e Impresa ci sono materie scientifiche ed economiche.

2 – I tirocini sono ottime opportunità di confronto con il mondo del lavoro, se sono ben organizzati e con obiettivi chiari: come sei arrivata a Ehiweb e perché hai scelto proprio noi?

Ho conosciuto Ehiweb tramite il sito dell’università, era una tra le aziende convenzionate per i tirocini. Ehiweb non è stata l’unica azienda a cui ho inviato il curriculum per poter fare il tirocinio ma era sicuramente la mia prima scelta.

Il primo contatto che ho avuto con l’azienda è stata una telefonata con Luigi. Chiusa la chiamata, ero felicissima perché per la prima volta mi ero trovata a parlare con una persona disponibile e gentile.

Dopo qualche settimana ho fatto un colloquio con Luigi e Simona e ho capito che era questa l’azienda in cui avrei voluto fare il tirocinio, l’unica interessata a farmi fare qualcosa di inerente ai miei studi e utile per entrambi.

3 – Parliamo del tirocinio: su cosa lavori ogni giorno negli uffici di Ehiweb e qual è l’obiettivo della tua ricerca?

Le prime due settimane mi sono occupata dell’analisi delle recensioni che si possono trovare su internet riguardanti Ehiweb e alcuni colossi del settore: ho esaminato le recensioni sui social network e sui siti che danno la possibilità di lasciarle, come SOS Tariffe e Trustpilot.

Per il resto del tempo mi sono concentrata e mi concentrerò sulla somministrazione di questionari ai clienti di Ehiweb, che riguardano principalmente l’assistenza fornita ma anche come i clienti sono venuti a conoscenza di Ehiweb e perché l’hanno scelta. Durante le ultime due settimane del tirocinio mi occuperò dell’analisi delle risposte ai questionari.

4 – Come pensi che i dati e l’analisi che lascerai saranno utili a Ehiweb?

In base alle recensioni online e alle risposte dei questionari, per l’azienda sarà più facile capire come viene vista dai propri clienti, come si posiziona rispetto ai competitor e cosa potrebbe cambiare per migliorare il servizio.

5 – Come è stata la tua prima esperienza in un’azienda e il lavoro insieme ad altre altre persone?

La mia prima esperienza lavorativa in realtà è stato uno stage fatto alle superiori, dove però in ufficio eravamo solo io e l’impiegata dell’azienda: da Ehiweb la situazione è decisamente diversa, la mia postazione è proprio in mezzo a quella di tutti gli altri colleghi e quindi ho modo di confrontarmi con loro sul piano lavorativo e personale.

6 – Silvia, cosa farai da grande? È scoppiato un interesse per il mondo tech o sai già cosa ti piacerebbe fare?

È una bella domanda. Questo tirocinio mi sta aiutando a capire che la facoltà che ho scelto è quella giusta per me: mi piace fare ricerche di mercato, raccogliere e analizzare dati. Sarebbe interessante anche lavorare nell’ambito delle previsioni, studiare un fenomeno per vedere cosa succederà. Ho le idee ancora confuse su cosa vorrei fare da grande ma una cosa è sicura, mi piacerebbe molto rimanere nell’ambito della statistica.

7 – Un consiglio ai tuoi colleghi universitari sulla base della tua esperienza?

Il consiglio che posso dare ai miei colleghi è di mandare più curriculum per avere più scelte senza buttarsi sulla prima azienda che è disposta a prenderti (Ehiweb è stata l’ultima azienda con cui ho fatto il colloquio, ma anche la migliore!): se avete idea di quello che vorreste fare non abbiate paura a dirlo e, se il programma che propongono non è quello che vi aspettavate, contattate altre aziende.

Un altro consiglio che mi sento di dare è di fare il tirocinio dove non si conosce nessuno per imparare a essere indipendenti, proprio come se si venisse assunti e bisognasse integrarsi in un nuovo ambiente.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.